Le domande più frequenti delle nostre amiche.
E le risposte Naturell

Quanti prodotti compongono la linea Naturell assorbenti cotone fuori e dentro?

La gamma di assorbenti Naturell in cotone fuori e dentro è composta da tre linee:
  • linea assorbenti anatomici distesi, per il giorno e per la notte;
  • linea assorbenti con ali, tripiegati in bustina, per il giorno e per la notte;
  • linea salvaslip distesi o tripiegati in bustina.

Per chi sono indicati gli assorbenti in cotone fuori e dentro Naturell?

La linea Naturell è particolarmente adatta per tutte le donne sensibili, per quelle che sono soggette a irritazioni e allergie, per quelle che hanno piccoli problemi di incontinenza e poi sono ideali dopo il parto. La gamma è stata realizzata per cercare di offrire massimo comfort, massima morbidezza, massima traspirazione e massima ipoallegenicità, rispettando ovviamente la naturalità dell’ecosistema intimo.

Grazie alla loro delicatezza, sono comunque ideali per tutte le donne, anche le più giovani, che si accostano per la prima volta all’utilizzo di un assorbente.

Quali fattori influenzano la scelta di una variante rispetto ad un'altra?

Per scegliere l’assorbente più indicato per ogni esigenza bisogna tenere presenti diversi fattori: l’abbondanza del flusso mestruale, il periodo del ciclo (inizio, parte centrale, fine), l’arco temporale della giornata in cui l’assorbente viene utilizzato e le caratteristiche personali di chi lo utilizza.

Se il flusso è abbondante (150-200 ml), se ci si trova nei primi tre giorni del ciclo, o se lo si utilizza durante la notte, è consigliabile un assorbente lungo, preferibilmente nella variante notte, con o senza ali a seconda della preferenza personale. Per flussi più leggeri, verso la fine del ciclo, durante il giorno, è consigliabile optare per varianti più sottili. Un’intensa attività fisica, inoltre, richiederà preferibilmente un assorbente con le ali per consentire la massima protezione laterale. Ma non esiste una regola precisa, se non quella dettata dalla propria comodità.

Come è strutturato un assorbente Naturell

100% COTONE A DIRETTO CONTATTO CON LA PELLE filtrante in GARZA di cotone per
  • un contatto ed una morbidezza tutta naturale
  • la massima traspirazione e ipoallergenicità
  • una buona sensazione di asciutto

CUORE ASSORBENTE 100% COTONE IDROFILO

  • per una naturale traspirazione ed una elevata capacità e velocità di assorbimento
  • per rendere minime le variazioni dell’ambiente intimo e le azioni irritanti favorite dall’occlusione e dal conseguente aumento dell’umidità a livello cutaneo

ELEVATA CAPACITA’ DI ASSORBIMENTO

  • l’elevata capacità di assorbimento è potenziata da una striscia superassorbente (sap)

SICUREZZA

  • Pellicola protettiva esterna in PE per garantire l’impermeabilità dell’assorbente
  • Striscia adesiva per la massima aderenza allo slip ed una naturale libertà di movimento

Che garanzia danno gli assorbenti in fibra naturale e quali sono le principali cause di allergie del’eco- sistema intimo? Perché un assorbente in cotone fuori e dentro è più indicato per le persone più sensibili?

Il cotone, fibra naturale dall’elevato potere assorbente, è la scelta ottimale per tutte le donne che amano le cose naturali, le adolescenti che si avvicinano per la prima volta al mondo degli assorbenti e per tutte le donne che soffrono di pruriti, bruciori o fastidi provocati da agenti esterni. Tali disagi possono essere la reazione ad agenti esogeni irritanti (quali detergenti, deodoranti, profumi), come anche la risposta immunologica ad azioni irritanti dovute al contatto ed alla frizione con fibre sintetiche, all’occlusione, al sudore e all’innalzamento dell’umidità cutanea e all’alterazione del Ph naturale in soggetti già sensibilizzati. Mantenere l’ecosistema intimo inalterato, rende efficaci le naturali barriere difensive dello stesso, prevenendo aggressioni esterne.

La scelta di un assorbente in puro cotone, non solo come fazzoletto protettivo esterno ma anche con un cuore di cotone, è la più appropriata per prevenire conseguenze negative a carattere dermatologico. L’esperienza infatti insegna che un assorbente in puro cotone non sbiancato e non profumato, infatti, è ipoallergenico, è naturalmente morbido e delicato al contatto e sotto pressione, offre la massima traspirazione e quindi la normale evaporazione delle secrezioni, ed ha un elevato e veloce potere assorbente. Per questo non favorisce l’innalzamento della temperatura e dell’umidità locale, fertile terreno per la proliferazione di germi.

Il rischio di infiammazioni aumenta durante il ciclo mestruale o la gravidanza?

In entrambe le situazioni ci si trova di fronte ad un periodo particolarmente delicato per l’ecosistema intimo:
la mucosa è più sensibile, il sangue ristagna; un’eventuale scarsa traspirazione mette a dura prova le naturali barriere difensive.

Come utilizzare un assorbente

La prima operazione da effettuare è estrarre l’assorbente dalla sua confezione e dalla sua eventuale bustina singola (da conservare per un corretto smaltimento dello stesso). Poi occorre togliere la striscia adesiva centrale dell’assorbente e posizionarlo sullo slip facendo una leggera pressione che ne migliorerà l’aderenza. Nella versione ali, rimuovere oltre la striscia centrale anche le due strisce adesive sotto le ali e ripiegare le ali stesse sotto le mutandine facendo ancora una lieve pressione.

Quando utilizzare la variante ali e quando la variante anatomica?

La preferenza per l’uno o per l’altro assorbente è del tutto personale: in ogni caso la versione con ali è preferibile per le donne sempre in movimento in quanto protegge maggiormente da eventuali uscite laterali

Quando usare il proteggi slip?

Il proteggislip protegge lo slip, appunto, tra un ciclo e l’altro, al bisogno: è utile se si suda molto, se si hanno piccole perdite o solamente per sentirsi sempre fresca e pulita

Quanto spesso cambiare un assorbente?

Tutto dipende dall’intensità del ciclo e dal momento (inizio, primi tre giorni – solitamente più abbondanti-, fase finale): è sempre buona regola comunque cambiarsi ogni tre / quattro ore, per mantenere la giusta sensazione di freschezza e pulizia ed evitare inutili ristagni di sangue.

L’utilità delle bustine per gli assorbenti

Oltre a essere garanzia di igiene fin dalla fonte, favoriscono una migliore protezione durante il trasporto (in borsa per esempio) e consentono la discrezione in ogni occasione. Una volta utilizzato l’assorbente poi sono ottime custodie per gettarlo negli appositi rifiuti.

Lo smaltimento dell’assorbente usato

E’ buona norma riporre l’assorbente usato nelle sue bustine, quando in dotazione, (vedi sopra) e gettarlo nei rifiuti (secco non riciclabile). E’ molto pericoloso invece buttarlo nel WC: può intasare le tubature di casa oltre ad inquinare le acque.

Non va dimenticato che il cotone è biodegradabile:i pannolini in cotone sono meno nocivi per la natura!

Gli assorbenti in caso di sport

Durante l’attività fisica (nuoto escluso) si possono tranquillamente usare tutti i tipi di assorbenti: la versione con ali consente comunque durante il movimento un miglior controllo delle fuoriuscite.

I cattivi odori: come risolvere il problema?

Una corretta e delicata igiene quotidiana associata ad un cambio frequente dell’assorbente o del salvaslip aiuta a tenere la situazione cattivi odori sotto controllo, in ogni occasione.

I consigli per le consumatrici

  • Cambiare spesso l’assorbente
  • Lavarsi in modo accurato con detergenti intimi delicati e non aggressivi, che rispettino il pH fisiologico, dalla vagina verso l’esterno, almeno una volta al giorno
  • Utilizzare asciugamani personali
  • Non utilizzare deodoranti intimi o carte profumate
  • Effettuare una visita ginecologica di controllo una volta all’anno
  • Seguire una alimentazione bilanciata
  • Evitare indumenti attillati e biancheria sintetica
  • Fuori casa evitare il contatto con sanitari pubblici
Scopri quanto è semplice trovare la soluzione giusta per te!